martedì 24 novembre 2015

STAGE FRIGHT di JEROME SABLE

Possono convivere musical e horror? Non sono forse due generi totalmente differenti? Uno è come dovrebbe esser la vita: ballando e cantando saremmo sicuramente più allegri e felici. L'altro è  il genere più cupo, violento, radicale e pessimista. Non è un azzardo contaminarli insieme? Ci verrebbe da dir di sì. Ma.. Sai che c'è sempre un "ma", ecco: non è una cosa così strana. In un certo senso Rocky Horror Picture Show  e Il fantasma del palcoscenico, sono opere rock che filtrano con l'horror e i suoi luoghi comuni.


Risultati immagini per stage fright film

Sicché codesta pellicola ha dei precedenti nobili, ma anche una particolarità: forse è il primo slahser musicale, forse. Di fatto è un film assolutamente godibile sotto tutti i punti di vista. Come horror ha dei buon momenti di tensione e omicidi particolarmente efferati, truculenti, raccapriccianti, omaggio a Dario Argento, Fulci, ma non solo, vi è anche tanto De Palma. Omaggi però mai fastidiosi, o fini a se stessi.La parte musical è più che decente, e se non fosse per l'assassino, sarebbe stato un perfetto film di questo ottimo e meraviglioso genere cinematografico.
Opera di produzione canadese, che vede alla regia, sceneggiatura e co-autore delle musiche un tizio da tener sott'occhio : Jerome Sable.


Risultati immagini per stage fright film

La  storia parte da un delitto  che sconvolge la vita di due fratelli Camilla e Buddy, la loro madre, viene trucidata da un uomo mascherato, nel suo camerino. Dieci anni dopo i due lavorano come cuochi in un campeggio estivo che si occupa di metter in scena i classici del musical. Il posto raduna diverse persone assolutamente strambe, fuori dal comune, non ben accettate dalla società,  A capo di tutto questo c'è il vecchio produttore e amico della donna assassinata, il quale si occupa dei due orfani, come se fossero suoi figli. Non tutto va per il verso giusto: l'uomo è in realtà un semi fallito e il camping rischia la chiusura, ultimo tentativo di far colpo sui pezzi grossi di Broadway è metter in scena un musical: The Haunted of Opera.
Piccolo particolare: è lo stesso spettacolo recitato dalla madre di Camilla e Buddy, prima che venisse eliminata.
La ragazza vuole assolutamente aver il ruolo materno, forse per superare il trauma o sentirsi legata alla madre, e quindi fa il provino per il ruolo. Nel frattempo un misterioso killer semina morte e terrore fra i giovani e il personale. Chi sarà mai? Cosa lo spinge ad uccidere?

Risultati immagini per stage fright film

Il film funziona assai bene grazie alla contaminazione con il musical, è un concentrato di omaggi, citazioni, divagazioni ironiche, e di spettacolari delitti. Risultando così una divertita e divertente riflessione sui meccanismi del cinema d'intrattenimento, e non solo.  Nel cast, davvero buono per un prodotto simile, spicca il buon ,caro, vecchio Meatloaf , chiaro omaggio proprio al Rocky Horror Picture. Il suo personaggio è ricco di sfaccettature, il bene e il male in una persona sola, reso molto bene. Come straordinario è il killer che ammazza cantando canzoncine heavy metal, suggestiva anche la maschera kabuki.
Insomma un film decisamente valido, originale nel suo esser così smaccatamente "citazionista", con buoni numeri musicali e una messa in scena davvero solida e notevole. Non fatevelo scappare

2 commenti:

Beatrix Kiddo ha detto...

Una cosuccia niente male, a suo tempo mi ha divertito parecchio...

babordo76 ha detto...

Molto divertente,ben girato. Unisce poi una mia smodata e grandissima passione, il musical, con l'elemento horror, genere che apprezzo assai.