domenica 22 dicembre 2013

I SOGNI SEGRETI DI WALTER MITTY di BEN STILLER

Facendo i conti, ( e il fatto che io mi azzardi a farli , vista la mia proverbiale ignoranza in fatto di matematica, significa che ci son in ballo cose serie eh), se io avessi parlato, se mi fossi dichiarato, (invece di fantasticare su questa cosa), probabilmente ora avrei serissimi problemi di bigamia.
Invece ho passato la mia vita a pensarle queste cose. Alla fermata del bus, tra i corridoi asettici dei centri commerciali,dovunque ,io a un certo punto mi staccavo da tutto e pensavo ad altro.
Conquistare la mia bella, essere una rockstar come Chris Robinson e Bobby Gillespie , o un famoso scrittore. Si mi facevo anche le interviste allo specchio.Man forte me lo ha sempre dato qualche libro e film, ma tipo che spesso immaginavo di salire sulla nave dove stavano uccidendo Bess e salvarla . Cioè,lo sapesse Lars che gli ho cambiato il finale del suo capolavoro.
Sogniamo tanto perchè ci sentiamo o sentivamo incapaci di influire sulla vita reale. E non si tratta della fantasia epica,forte di un artista,ma di quella alla buona di uno che è troppo timido, che vuole nascondersi,insomma di queste persone qui.
C'è poco fuori  e quel poco se vedi , bè c'è la fila dei prescelti. Quelli li non sognano,non immaginano,sono troppo imbecilli,ma ce la fanno . Qui e ora.

La vita scorre così, vero caro Walter Mitty? C'è questa donna che ami, lavora nella tua azienda,ma tu che fai? La vuoi contattare su uno di quei siti d'incontri. Che triste vero?Mi dicono che viviamo nella parte migliore del mondo e abbiamo così tanti problemi di relazione, di concretezza, non so..Bè, fatto sta che tu pensi di contattarla in quel modo. Ma in realtà non farai un cazzo.
E ti perdi nei tuoi sogni ad occhi aperti, dove sei un eroe. Conquisti lei, bastoni quel pirla , quel cretino del nuovo arrivato. Sai il barbetta pirletta,quello che in nome del progresso e del modernismo,trasformerà Life da rivista in carta a rivista telematica, o come cazzo si dice..Insomma non più in edicola,ma su internet. Il che vuol dire:licenziamenti , professioni cancellate.

Ecco , a volte trovo che vi sia un'amarissima voglia di ironia nella vita. Come mai dei coglioncelli, che da noi chiamiamo manager- è la stessa cosa, cioè questa deve essere la traduzione inglese- hanno così tanto potere e possono permettersi il lusso di distruggere risorse con le loro trovate da mentecatti? Lo pensi anche tu Walter visto che al barbetta tanto pieno di sè,ma cretino come pochi, dedichi alcuni simpatici pensieri guerreschi e beffardi.

Fatto sta, che mentre noi pensiamo quelli agiscono. E cambiano,influiscono, modificano le cose. Noi abbiamo pensieri stupendi e idee brillanti,ma sono fantasie. Ci sentiamo inadeguati, incapaci di saper davvero gestire la nostra vita. La solitudine fa il resto. E non è detto che si debba essere soli in modo totale. Hai pur sempre madre e sorella, che peraltro ti vogliono bene, hai un collega di lavoro da 16 anni
Eppure passi inosservato, passi veloce per il corridoio del dimenticatoio,di quelli che saluti ogni giorno magari,ma che poi ti ritrovi a dire: ma chi è? Esiste davvero? Oppure esce dai tuoi pensieri e morta lì.



Walter Mitty è uno di quello che si è rassegnato, che rinuncia, che fa un passo indietro. Cerca una sorta di fantasioso riscatto in improbabili sogni di rivalsa sulla vita Ed è un peccato,perchè noi mitty siamo davvero fantastici. Solo che non lo sappiamo o tendiamo a non farlo credere agli altri.

Così proprio mentre il nuovo pretende di far scempio della leggenda Life, e i barbari in doppiopetto e con la barba curata scendono in campo per portare avanti il loro lavoro di merda, che succede? Un regalo.
A te Walter. Tu che danni vivi la tua vita di lavoratore metodico in archivio negativi,uno di quei lavori fatti dalle maestranze, da gente invisibile.Ma il più grande fotografo della rivista si è ricordato di te e ti ha consegnato i suoi ultimi scatti.
C'è un particolare, tra quegli scatti c'è il negativo che verrà usata come ultima copertina di Life.

Oh,ecco intervengo per dire che sono messo male! Già per questa scena mi sono commosso,ed è una cosa che riguarda questi tempi. Cioè, qualche anno fa magari no. Insomma,è la sorpresa che hai quando scopri,mio caro mitty, che oh..ma stanno pensando a me!!! Si, si , sono proprio io !



Sai è qualcosa che ti scuote e ti culla, non è che poi tu cambi dalla mattina alla sera,ma è come una rivelazione. Se mi pensa uno, vedi che ho qualcosa che piace,che si lascia ricordare..E diventi meno invisibile.
Che poi a parte entrare nelle docce del dormitorio femminile , non è che serva a molto.

E così per Walter comincia suo malgrado una nuova vita. Non dico migliore o peggiore, non dico nemmeno cosa nasconde quel 25 scatto, non dico cosa dovrà fare per recuperarlo e tutti i beffardi scherzi del destino, ma ti dico solo una cosa: vale la pena.
Ma mica per dimostrare agli altri chissà cosa, solo per te. Per valorizzarti, boh..So solo che talora vale la pena,pensare che non siamo mai soli. Anche se credi che sia così. Anche se pensi che mica sei così tanto importante, c'è sempre qualcuno che ha simpatia per te e riconosce , fra tante firme importanti e uomini di potere, in te, nella tua modesta e piccola vita,qualcosa di prezioso.



Non sono quindi i colorati e movimentati sogni al centro del film, non è una pellicola fracassona, no. Non solo meglio direi.
Una splendida opera, un  meraviglioso lavoro, un ottimo film, questo si. E non perchè ci dica cose particolarmente innovative, no. Però sono quelle pellicole che mentre le guardi ti senti  a casa. Compreso, capito, dici: eh ,si! Anche a me.
Stiller si dimostra un buon regista, sia nelle scene movimentate che in quelle dove sottile passa malinconia,disagio, abbandono, certezze e amore. E come attore,ma cosa dobbiamo dire?
Io lo lovvo da tanto tempo. E qui offre una bellissima interpretazione



E alla fine dici: cosa succede? Perchè vedi i provini, detti anche trailers , delle nostre commedie. " Tutta colpa di Freud", il ritorno dei Vanzina, e robe varie. E ti cade il mondo! Ma cazzo uno, dicasi uno, che sappia fare commedie di questo tipo? Uno che non sia un assassino di ovvietà, di brutta recitazione, di storie cretine , uno che voglia fare commedie come cazzo si deve in Italia? Siamo riusciti a debellare e distruggere il genere di maggior successo nostrano,quello dove abbiamo dato vita a capolavori immortali.
Da noi si pensa di fare ridere usando una lesbica che torna eterosessuale ( sigh! ) come scusa magari di far vedere che siamo di larghe vedute, seee, da noi campiamo su odiose gags regionalistiche e personaggi squallidi di piccoli e medi borghesucci idioti e reazionari.
 Dobbiamo imparare da un americano, ( e sta cosa da anti americanista professionista mi fa incazzare il doppio); perchè vero che ne fanno di cagate, ( e ieri sera tra the butler una puttanata colossale  e un drammettino famigliare con la streep e la roberts,c'era l'imbarazzo della scelta per l'ammmereggganata de mmerda 2013-2014), ma hanno anche autori che sanno fare un ottimo film medio. Commedie malinconiche,divertenti,ben fatte.

Come questo film che ci dice poche ,ma vere cose: non siamo mai soli, guardandoci intorno forse noteremo qualcuno che da anni ci ammira, ci vuole bene.E allora forse invece di perderci in sogni irrealizzabili,è meglio piano piano cercare di aprirci agli altri, e vivere come meglio possiamo

1 commento:

Jessy Jessy ha detto...

I am doing a report on this subject. Your article is full of really useful information. I will make sure to come back to check out your posts for my next report. Cheers!
Best Viral Videos