sabato 12 settembre 2015

A SINGLE MAN di TOM FORD

Le persone normali sono quelle che amano. Quelle contro natura, anormali, amorali, sono quelle che vivono nell'odio, nel rancore, nella frustrazione. Una coppia formata da due uomini o due donne che si amano, per me, è normalità. Una coppia etero, ma che vivono con l'ossessione per gli organi genitali alrtui, è contro natura e contro ogni traccia di sensibilità e intelligenza.
La gente, questa amorfa creatura impaurita e feroce allo stesso tempo, vive nell'allarmismo perenne. Vede pericoli di fronte a ogni diversità, ogni cambiamento, ogni momento di riflessione. " Come che avete fallito la rivoluzione? Dove era il popolo?" " Noi non abbiamo un popolo, abbiamo la gente. E con la gente non ci fai nessuna rivoluzione" Queste le parole di Amendola nel bel film di Wilma Labate: La Mia Generazione.
Con la gente non ci fai la rivoluzione, non ci fai nulla. Se non le solite cose: "magna magna", " vergogna", " fai girare". Fino a quando non saremo in grado di dar a essa una coscienza di classe e non solo, dovremmo combattere ogni deriva di ignoranza, oscurantismo, reazione
Detto questo: il film.

Risultati immagini per a single man

George è un professore universitario, il quale da anni ha una relazione con Jimmy. Sono una bella e affiatata coppia, dividono il loro amore con due cagnolini, si amano intensamente. Nel modo pacato, normale, quotidiano, che sta alla base di ogni relazione duratura. Un giorno Jimmy muore. Un incidente stradale. Per George inizia un lungo periodo di tristezza, ricordi, una dolorosa elaborazione del lutto, confrontarsi con la presenza/assenza dell'amato. Tanto che pensa anche al suicidio.
Intorno a lui un paese sotto tensione, spaventato da Cuba, vittima del suo allarmismo, del suo "borghesismo" spiccio fatto da vicini di casa indifferenti o impiccioni, un paese dove se sei solo, lo sei fino in fondo. Unici raggi di luce: una vecchia amica, giunta da Londra come George, e un allievo che forse....
A single man è un bellissimo film perché non teme di commuovere lo spettatore, mostrando la realtà dei sentimenti. Cosa succede quando perdiamo qualcuno che amiamo? Qualcuno che nella nostra vita ha contato tanto? Possiamo davvero uscire da questa condanna che ci auto infliggiamo? Il nostro o la nostra amato/a vorrebbe questo? Perché la maggioranza della gente non comprende cosa è l'amore, ma è certissima che quella tra due uomini o due donne sia sbagliato?
Un film di rara e necessaria tenerezza, dolcezza, profondità. Girato benissimo, rammento la scena iniziale del sogno in cui George bacia il suo amato morto , interpretato in modo assolutamente meraviglioso, eccellente, memorabile, da quel grandissimo attore che è Colin Firth. Intenso, dolente, ma mai caricato o peggio ancora caricaturale. Un uomo che soffre per amore, per il dolore della perdita del suo grande e unico amore.
Basti vedere la terribile scena della telefonata, scena nella quale è informato della morte del compagno e che sarebbe meglio non si presentasse ai funerali, per notare tutta la sua bravura.

Consiglio questa visione agli omofobi e ai reazionari, magari dopo la ventesima visione, che ne sai...Un minimo di vergogna per i loro pensieri, forse, potrebbero averli.

 Risultati immagini per a single man

Ma in realtà lo consiglio a tutti e tutte. Perché è uno di quei film che rimangono impressi nel cuore e nella mente, perché è una storia bellissima, ci sono ottimi personaggi, che diventano Persone, per tanti motivi.
Vale la pena.

2 commenti:

Frank R. ha detto...

Sai che questo film mi crea un fastidio insostenibile? Del tipo che guardo i primi 10 minuti e non resisto, devo toglierlo altrimenti spacco la TV. Proprio per questo non posso giudicarlo ma sai, un motivo ci sarà se a pelle mi provoca questa reazione :P

babordo76 ha detto...

Certo, è la stessa reazione che ho con true dectetive o i film di rodriguez. Ognuno ha un certo modo di fare film che non tollera.
A me per esempio codesto film piace tantissimo