mercoledì 22 novembre 2017

BOOMSTICK AWARD 2017

Ora possiamo bem dire che dei premi non ce ne frega nulla, che noi siamo indipendenti e marginali e tutte queste cose commerciali, ma chi se ne fotte! Questi sono i discorsi dei perdenti. E non quelli che piacciono a me: romantici, nobili, colla coscienza immacolata.
No, questo è il pensiero di chi non venendo considerato per mancanza di mezzi propri decide di prendersela con tutto il mondo.
A me fa piacere quando il mio diario pubblico sul cinema, riceve qualche premio. Fosse anche il Premio Osmannoro International.
Non faccio di essi lo scopo principale della mia vita, tanto meno di questo bellissimo blog assolutamente personale, su cui scrivo quando sento il bisogno di scrivere.
In ogni caso Francesca  mi ha assegnato questo premio molto importante nel magico universo dei bloggers. Sono contento per le parole che lei ha speso e mi par giusto segnalare quelli che sono i blog che leggo con più o meno frequenza.

Ecco le regole


1 – i premiati sono 7. Non uno di più, non uno di meno. Non sono previste menzioni d’onore
2 – i post con cui viene presentato il premio non devono contenere giustificazioni di sorta da parte del premiante riservate agli esclusi a mo’ di consolazione
3 – i premi vanno motivati. Non occorre una tesi di laurea. È sufficiente addurre un pretesto, o più di uno, se ne avete
4 – è vietato riscrivere le regole. Dovete limitarvi a copiarle, così come io (Germano) le ho concepite

Io ho scelto codesti blog
Il cinema è rito collettivo. Contro la figura del blogger singolo, individualista, leggete e fate leggere il miglior blog di cinema d'Italia e non solo
Non concordo sempre cole recensioni di Sauro, ma è un blog davvero ben fatto. Rubriche interessanti e una visione ben precisa del cinema.  Oltretutto è scritto molto bene
La Finestra di Hopper è quel blog/sito che fa la differenza col resto del mondo. Grazie all'intelligenza e sensibilità della sua autrice: Francesca. Non solo cinema, ma tante riflessioni interessanti. Oh, leggetelo e basta!
Fra gli scrittori di genere ci sono i ragazzini, anche se hanno cinquanta e passa anni, con i loro racconti che scimmiottano la moda del momento e il cattivismo da happy hour, e ci sono gli uomini. I Signor Scrittori.
Fabrizio fa parte di questa categoria. Taccuino è uno di quei blog che devono esser letti e conosciuti!
Perché è stato uno dei primi blog di cinema che ho seguito e letto con interesse.
Perché Lucia mette talmente tanta passione nelle cose che scrive, che anche quando non son per nulla concorde, mi appassiona a quello che scrive e mi fa anche riflettere sopra. In più, grazie a questo blog ho conosciuto mia moglie! Per cui mi è impossibile non metterlo
Perché mi diverte, ma non ha l'angoscia di essere divertente e particolare a tutti i costi.  Il dono dell'ironia è spontaneo e piacevole. 

Vabbè abbiamo finito! Ciao e alla prossima.

3 commenti:

Marco Goi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco Goi ha detto...

Grazie per aver contribuito, con questo premio, a togliermi (almeno per un giorno) dal Club dei Perdenti, e farmi entrare tra i vincenti.
YEEEEES!

Beck, beckati questa canzone:

No soy un perdedor
I'm a winner baby, so why don't you kill me?

:)

babordo76 ha detto...

Il club dei Perdenti fa il culo ai clown, remember this bro!