mercoledì 11 febbraio 2009

SEGRETI E BUGIE di MIKE LEIGH

Il cinema britannico negli anni 90 è stato un vero e proprio punto di riferimento per chi cercava quel cinema realistico e duro,che non concede emozioni precotte e prevedibili come quello americano.Sia che analizzano la società dal punto di vista delle istanze politiche,sia che analizzino la società dal punto di vista delle relazioni umane e famigliari,i cineasti inglesi ci donavano grandissime opere dense di emozioni e significato.Poi anche lì le commediole insulse e sdolcinate,l' amore è l'argomento borghese preferito per lavare il cervello alla popolazione che si perde in privatismi di poco peso e tralascia la realtà in cui si muove e vive. Mike Leigh è uno straordinario regista e sceneggiatiore, questo "Segreti e Bugie" è tipicamente dentro nel settore del grande cinema britannico. La storia:Morris, di professione fotografo è sposato con Monica e vive in una bella casa.Lui è molto legato alla sorella ,Cynthia,un' operaia dalla vita assai incasinata,madre di una ragazza Roxanne, una giovane dal carattere scontroso. Proprio l'occasione di festeggiare il compleanno della ragazza ,sarà un doloroso,ma necessario punto di svolta nella vita di tutti i personaggi Un bellissimo film,interpretato benissimo e scritto ottimamente.

2 commenti:

Maurreddu ha detto...

Condivido tutto.
Soprattutto la parte relativa alla centralita` del cinema britannico degli anni 90.
Mi viene da parlare di BBC e RAI, perche' li' (in BBC) si sono fatti le ossa i grandi registi britannici, da Loach a Leigh...

Segreti e Bugie e` un film quasi perfetto.
Trovo che quanto manchi alla perfezione, cioe` l'affinamento dello stile per quanto riguarda questo tipo di pellicole, sia stato raggiunto da "All or Nothing", tra l'altro col medesimo protagonista.

Comunque anche qui grandi attori, grande intreccio tra personale e politico, a rimarcare la fusione dei due.

davide ha detto...

Non esite grande cinema,senza una visione politica e radicale della vita.Anche quando si decide di operare per simbolismi,metafore,fantasia.

Il cinema britannico degli anni 90,prima che anche lì avessero la meglio le commediole sciocche stile Hugh Grant,era un concentrato di grande analisi politica e di caratteri.
Cioè,attraverso anche i legami della gente si arriva a descrivere la deriva di una società

Questo film è uno dei più commoventi senza essere banale e retorico.Cosa non da poco.

Dovrò cercare all or nothing,ora non lo rammento.


In italia da quanto tempo è che non si fa un film del genere?