venerdì 10 agosto 2012

BRONSON di NICHOLAS WIDDING REFN

Che vogliamo farci:la danimarca è una fottutissima nazione di geni.Non fosse che vi sia nato il mio Lars,insomma mica il primo pirla che passa...il secondo forse!^_^
Questo film è la storia ,quanto pare vera,del peggior delinquente che le prigioni inglesi abbiano mai avuto,ma io invece lo vedo come il direttore del carcere che lo definisce:ridicolo.
Potremmo anche scomodare una tizia che a me francamente sta sulle palle e non poco,citando il suo:la banalità del male.Certo,ma qui di male non ce ne è proprio.Solo un tizio esaltato ,un poveraccio che nella violenza cerca il riscatto per chissà quale demone interno,o forse solo per esserci,dire ehi sono io.Notare che diventa uno degli elementi più pericolosi,ma non ha mai ucciso nessuno.Tantissime risse,molta violenza,ma nessun omicidio.Gira tutte le carceri del paese,fa danni,si innamora di una donna,ma lei lo lascia,come lo aveva lasciato la prima moglie.Solo la mamma lo perdona sempre,elemento borghesissimo non credete?E infatti Micheal Peterson in arte Charles Bronson agisce per dar sfogo al più borghese dei sentimenti:esser qualcuno.Famoso.Temuto e rispettato,arrivano in sostanza dopo quello che davvero è il chiodo fisso della debolissima cultura dei regimi liberali:essere .Non nel senso migliore del termine,ma in quello deteriore.Famoso e non importa come e per cosa.Così' il nostro Bronson non perde occasione per fare casini,la violenza diventa una necessità come andare al bagno la mattina.Una vera ossessione che travolge ogni cosa,forse ha persino un talento artistico ben evidente,ma la sua rabbia ,la sua ricerca di rissa e violenza lo portano a sprecare anche quella possibilità.Prigioniero di un ruolo che lui sa ben recitare e presentare,ma alla fine non trovi un pubblico pagante per le tue sciocche bravate,ma solo l'isolamento e la bruttura totale.Scadere a essere nemmeno una bestia.
Refn ha uno stile glaciale eppure potentissimo,rappresenta la violenza al massimo della sua potenza,ma senza sensazionalismi e spettacolarizzazioni facili.A suo modo è un'opera disturbante perchè mostra totalmente il vuoto assoluto che c'è nella vita di questo povero pirla
Da segnalare la grande interpretazione di Tim Hardy.Eccezionale,possente,travolgente.Film strano,girato benissimo,opera che merita davvero la nostra attenzione

4 commenti:

Frank ha detto...

Grandissimo film

babordo76 ha detto...

si,si,assolutamente.Oggi ho preso il dvd di drive,che non è la canzone dei the cars, oh è danese è occhialuto,mica è un coglione come Harlin,sto finlandese...!^_^

Alessandra ha detto...

Personaggio molto singolare. Hardy grandissimo. Hai visto Drive?

babordo76 ha detto...

io l'ho vista come la storia del più grande pirla del mondo.Hardy è magnifico,devo vederlo in altri film,perchè mi sa che ho visto solo questo con lui.
Drive l'ho visto ieri,ho comprato il dvd-insieme a il grinta,copland,crazy heart.
Domani scrivo qualcosa su drive,(bellissimo chiaramente,ma l'oscar a the artist è meritatissimo)