sabato 27 aprile 2013

REC 3 -GENESIS di PACO PLAZA

Ogni coppia artistica ha un genio e un onesto mestierante. Un genio ti gira Bedtime,un mestierante questa pellicola.
Non ho visto gli altri due capitoli,vedrò di recuperare e quindi mi baserò solo su quanto ho avuto modo di vedere in questo film.
Clara e Koldo sono due giovani innamorati che stanno vivendo quello che per molti dovrebbe esser il miglior giorno della propria vita:il matrimonio.
I primi venti minuti di film sono dedicati ai festeggiamenti. Famiglie,amici,persino l'ex fidanzata di lui- con tanto di frecciatine contro la Francia,geni!- c'è allegria,casino,quella gioia che ci prende quando crediamo di aver trovato l'amore della nostra vita. Per me è la parte migliore,perchè come Atunn,amo il cinema veritè e cito Dziga Vertov almeno una volta al giorno. Ecco ,questa parte ci prepara bene al massacro e ai corpi fatti a pezzi che seguiranno.
In tutto il marasma di risate, nella giornata che per i due rappresenta il massimo splendore e l'inizio di un rapporto duraturo,di una famiglia da costruire,l'orrore si presenta sotto le spoglie dello zio di Koldo. Morso da un cane,il quale lo ha infetto trasformandolo in un mostro affamato di carne umana.





E comincia la mattanza, non prima senza aver distrutto una videocamera e quindi abbandonando lo stile mockumentary che ha reso popolarissima questa serie ,tornando alle origini del cinema. Come prodotto di finzione girato con una troupe professionista,forse una distanza ,una ironica polemica,o una cosa messa lì perchè sanno che troveranno bloggers capaci di perderci giornate intere per spiegare questa scena e dire che figo.
La pellicola da questo punto in poi diventa un normale e classico film d'assedio con i mostri cannibali e la missione da compiere. Infatti i due sposi si son persi di vista e cercano di ritrovarsi,non sapendo se sono vivi o morti.
Ora chi lo ha difeso ha sbagliato tattica dicendo:è un onesto film di genere.Non ha ambizioni, e insomma il solito discorso.A me questa linea di difesa mi ha stancato da molto tempo.Sarebbe come se a scuola dovessimo fare la ola al bambino limitato che scrive sempre lo stesso tema,perchè dai è semplice,genuino. E prendersela con quelli che azzardano cadendo,cosa che invece io reputo sia sempre meglio. Uno dice:hai fatto il passo più lungo della gamba,pirla. Eh lo so,ma almeno ho ambizioni,obiettivi,progetti. Che bella parola:ambizione!Ehi sto andando in bici,ok..allora magari se mi alleno forse posso fare la gara provinciale e poi quella regionale,cazzo dai che faccio il giro d'italia. E guarda non è che tu debba riuscirci,magari la smetti anche subito,e ti maledici per tutta la vita,ma almeno per un giorno hai tentato.
Che poi questo discorso del film onesto e bla bla bla è tipicamente provinciale e italiano, come mi ha detto una volta il mio amico Stanis La Rochelle, un fine intellettuale con il quale condivido il fatto di avere un ego smisurato, è la base del cinema carino italiano, quello che tutti detestiamo.
Un film onesto non vuole dire nulla, è una giustificazione , una caramellina data al bimbo con evidenti problemi per fargli credere di valere come gli altri, (quando invece ha bisogno di maggior cura e affetto),quindi non mi son piaciute le critiche positive che sfruttano questo tema. Oh,non dico che debbano evitare di scrivere per un mese, rispetto il loro modo di scrivere e parlare di un film ,perchè peraltro è gente che stimo parecchio, a me come linea difensiva non piace. Esattamente come trovo intollerabile la solita critica ai "salotti buoni",questi popolan -chic davvero imbarazzanti.
E allora tu per dire che il film non ti è dispiaciuto cosa mai scriverai?Illuminaci ! Te che sei un grande occhialuto gne gne gne...Dicci! Ecco signori e signore..Bè,questa pellicola non mi è dispiaciuta perchè...TRATTASI DI FILM ONESTO,SEMPLICE,DIRETTO,CHE NON HA AMBIZIONI..ma sei un pirla allora!!!! Si. Da ben 36 anni.





A me piacciono molto i film d'assedio e "scappa,scappa,scappa, ah se ti prendo ,ah se ti prendo". Giocano sulla natura più profonda del genere umano e non solo:cacciatori e prede. Quindi non necessità di grandi sforzi,ma non è detto che debba essere sempre così.. E qui mi collego alla parte iniziale: un regista valido,pur non dandoti altro rispetto a un film di fuga e morte,sa spostare e giocare seriamente con il genere,dandoti spunti di riflessione,o profonda malinconia. Cosa ,questa ultima che succede nel finale(SUPERSPOILER) dove l'amore e la morte si sfiorano la mano,ultimo istante di vita di due sposi ormai contaminati.
Affascinante la parte girata nel tunnel posto sotto il ristorante,ma vista e rivista,divertente invece l'idea di San Giorgio,non mi piace l'intromissione religiosa,avrei preferito un attacco di contaminati che un po' corrono,un po' zoppicano ,come cazzo gli gira a loro.Non sarebbe stata male come idea.
Quindi è una pellicola che si lascia seguire e guardare,non di quelle che se le perdi pentati,ma buone per un pomeriggio ,come passatempo.Offre alcune buone sequenze,e momenti ironici.Nulla di più. Troppo poco,davvero troppo per uno Spettatore Indisciplinato,tanto per chi si accontenta , e gode così così.
Certo oggi abbiamo mediocri metallari che si paragonano a Ken Russel e questa cosa è assai grave,ma anche sti mestieranti che non vanno oltre,che ripetono schemi "già saputi",mah...Non è che a me vadano a genio
Tuttavia durante la pellicola c'è quel minimo di tifo per i protagonisti,il film risulta decente,diciamo una sufficienza tirata per i capelli.
Non fosse che si poteva dar maggior spazio al disfacimento della famiglia, a esser costretti ad uccidere amici e parenti,caricare di significati più profondi un plot fin troppo lineare
Ripeto non è così brutto come lo descrive il noto metallaro e scrittore Simone,ma nemmeno così bello come han scritto i miei amici Lucia e Frank.
E' nel mezzo. Con alcune cose molto buone, (la parte iniziale,il finale pessimista e tenero allo stesso tempo,alcune caratterizzazioni: sponge john, atun il "regista gordo"),citazioni accettabili,ma niente altro di più. Ripeto,avrebbe meritato una svolta più seria,malinconica,pessimista e radicale.Si poteva fare,ma Plaza ha deciso di fare altro e per quel che vedo sono sicuro che molti si divertiranno,come è successo a me.
Rimane il fatto di capire se questo possa bastare, o se fosse solo un nostro limite, un lassatismo inopportuno.
Cosa non va?Bè,non è che gli attori siano quel gran che. Lei è un sgranare gli occhioni e morta lì. Certo con tutto il trucco,gli effetti,il suo personaggio rimane in mente,ma ..c'è qualcosa che non mi convince.Poi è carinissima,quando la vediamo in giarettiera con la motosega,fa il suo figurone,ma ammettiamolo fosse stata italiana, anzi:quante critiche , sacrosante,contro Ambra che in Saturno contro fa la stessa cosa. Il film gira un po' troppo su se stesso:fuga,attacco,qualcuno muore male,fuga di nuovo,altro attacco.





Credo vada bene per gli adolescenti,che sicuramente si godranno uno splatter movie vedibile,ma per noi che abbiamo lasciato l'adolescenza da un pezzo è un filmetto medio,divertente,anche piacevole,ma molto limitato ed ossequioso delle regole.

Uno ha girato quel capolavoro di Bedtime,e sicuramente finirà con il botto questa saga, l'altro lo ringrazio per il bel pomeriggio di tifo e sangue,ma non vorrei fosse questo il massimo apporto che sappia dare al genere,il quale dovrebbe diventare adulto e perdere gli eterni adolescenti. O no?Ditemi la vostra,sopratutto se non concordate eh!

ps: comunque questo medio prodotto è pur sempre una cosa fantastica se pensiamo al nulla assoluto e totale del nostro ormai scomparso cinema del mistero e del terrore

4 commenti:

Frank ha detto...

Per me un film onesto e genuino è un film che non ha pretese autoriali. Questo film non se la tira, ha lo scopo di divertire e di far togliere uno o due sassolini alla scarpa del regista. E io sono contento così

babordo76 ha detto...

si,è vero.Mi piace l'ironia che manifesta attraverso atunn ad esempio.Io però apprezzo quelli che tentano sempre azzardando,poi rec 3 è divertente e si segue,tuttavia avrei preferito più melodramma e angoscia
Mo riprendo il cinema di Plaza perchè come regista non è male

Napoleone Wilson ha detto...

A me e' piaciuto e mi ha anche sorpreso aspettandomi ben di peggio, seppur "Rec 2" non fosse male. Certo non c'entra nulla con "Mientras duermes" che e' un film quasi eccezionale, L 'ambientazione durante la festa di matrimonio in gran falpala' e'' organica ad una messa in berlina di certe resistenti istituzioni borghesi, seppur cosi' ancora evidentemente radicate nella società spagnola indefessamente cattolica, ma non mi e' dispiaciuta. L'attrice "sposa in bianco"(moglie di Plaza, e beato lui) e' brava e anche bellissima, mi spiace eh, ma altro che Ambra Angiolini...

babordo76 ha detto...

non è male,assolutamente. Un film medio,però secondo me ,dopo aver detto questo,viene il passo successivo.
Ma noi dobbiamo ancora fermarci a premiare un film "onesto,semplice bla bla bla" oppure è meglio anche sostenere quelli che comunque tentano,azzardano,pur fallendo miseramente?Cioè è questo quello che volevo sapere e chiedere usando come pretesto questo film tuttosommato carino,(manca quella forza melodrammatica e adulta che avrei preferito),cioè è la mia nuova fissazione sul mestiere del mestierante di parole