martedì 20 marzo 2012

BLAIR WITCH PROJECT di DANIEL MYRIC e EDOARDO SANCHEZ

Ci sono opere che hanno un valore fondamentale al di là della loro riuscita artistica o tecnica,perchè lanciano una moda,un nuovo modo di fare cinema,un'intuizione geniale,insomma qualcosa che la impone nell'immaginario collettivo e apre la strada ad altre pellicole.Non sempre queste opere sono le vere apripista del genere,per esempio prima di La Polizia Ringrazia sono uscite altre pellicole poliziesche epperò è stata questa pellicola a dar una spinta fondamentale al genere poliziesco in Italia,hanno però il potere di far esplodere un caso che diventa un vero e proprio patrimonio pubblico.
Questo film fa parte di questa categoria,senza ombra di dubbi.Potrà anche non piacere,mi auguro però che l'accusa di noioso sia ampiamente archiviata perchè è la risposta random su tutto e anche un po' ottusa,tuttavia con un minimo sforzo si potrà anche cogliere gli elementi di interesse che non sono pochi.L'idea di cinema è ben chiara, non è agitiamo a cazzo la mdp o la telecamera,o il telefonino o qualsiasi altro mezzo di ripresa e poi vediamo che succede.Si comprende benissimo che dietro vi sia una sceneggiatura scritta con una certa attenzione.Inoltre,almeno così pare a me,la storia è credibile e la paura striscia subdola e crudele.Sai perchè?La percezione.L'orrore suggerito,intravisto,non del tutto svelato ci terrorizza con maggiore forza.Cosa diavolo si nasconde nel bosco?Chi è che chiama Heather e Mike?Le risate dei bambini sono vere o suggestioni psicologiche?Ammetto pure di essere un fifone clamoroso per quanto riguarda i film dell'orrore ,quindi magari a moltissimi di voi questo film ha solo annoiato e a me invece no.Anzi,l'ho pure visto due volte al cinema.La seconda sono andato a vederlo all'ultimo spettacolo,non ho dormito tutta la notte.Perchè la discesa agli inferi dei tre poveri cristi è assolutamente ben descritta.I tre personaggi sono davvero reali e reagiscono come potrebbe capitare a tutti noi.Sono umani e hanno anche dei difetti pesantissimi.Sopratutto,ma non è una novità,la ragazza:Heather.Ossessionata dal suo film,dal riprendere ogni cosa,perchè tutto è filmabile e tutto è cinema.Sadica nel volere girare lo sconforto e la rabbia dei suoi amici,cade a pezzi quando l'arma viene usata su di lei.Cerca anche una sorta di assoluzione nella famosa sequenza del "testamento"e persino il loro tragico destino non può che essere filmato fino alla fine.
Pochissimi mezzi,ma perlomeno una idea:il falso documentario.Usando al massimo i mezzi nuovi di comunicazione,giocando sulla confusione tra reale e reale cinematografico.Insomma dietro a questo film che molti sottovalutano,vi è l'ennesima potentissima riflessione sul Cinema e su come possa farci anche moooolto male.
Si partecipa sostenendo uno e arrabbiandosi con gli altri,poi si cambia anche idea perchè questo capita quando ti poni davanti a non tre manichini,ma tre esseri umani che naturalmente sono votati a fare cazzate.Le potremmo fare tutte e tutti noi.
Non ho idea di che fine abbiano fatto autori e attori ,non ne ho la ben che minima idea,tuttavia li ringrazio perchè con questa pellicola mi hanno sottilmente terrorizzato ed entusiasmato.Peccato che gli squali di hollywood si siano gettati su questa idea di cinema e poi infatti sono arrivati dei capolavori di cazzatone aberranti.Snaturando la potenzialità di base.

ps:vittime dello spirito del serial killer che negli anni 40 uccise i bimbi?dello spirito della strega?Di una sorta di sacrificio compiuto dagli abitanti del villaggio?Oppure Josh impazzito?Secondo voi quale l'ipotesi migliore?

6 commenti:

Babol ha detto...

Guarda, alla fine della visione un'amica era riuscita a sparare una fantasiosa ipotesi sull'assassino: "E' stato il cavallo peloso di Blair".

Dove l'avesse tirata fuori devo capirlo ancora adesso.

Deliri a parte, me lo ricordo terrificante, dovrei rivederlo!

babordo76 ha detto...

potrebbe essere,sai?Ottima idea!
Si,per me è assai terrificante.L'ho visto infatti di mattina ,esorcizzando la paura vedendo di seguito solo film comici!^_^

Simone Corà ha detto...

Visto quattro volte, ma sempre un'esperienza terrorizzante. Il pianto dei bambini durante la notte, il senso di confusione e disorientamento, e poi quella scena finale terrificante...

Per me film straordinario, uno degli horror più genuini di sempre. :)

babordo76 ha detto...

hai ragione:il pianto dei bimbi,ma anche la voce che li chiama.Oltretutto vivi secondo dopo secondo lo smarrimento dei tre e insomma:mai nei boschi di notte!^_^

Frank ha detto...

Questo film a me fa paura paura ma la cosa tremenda è che, ogni volta, per la paura piango. Mai successo con altri lavori.

babordo76 ha detto...

io prego!E sono ateo,ma il fatto che non si riesca a capire cosa cazzo stia succedendo mi mette ansia.Mostrassero la strega o il fantasma del serial killer,o si vedessero gli abitanti del villaggio che hanno metodi bizzarri per accogliere i turisti sarei tranquillo,invece...ma chi cazzo li sta ammazzando e se fosse una follia collettiva?Magari è josh!Uno straordinario trattato sulla paura.Seguito da un sequel indecente,ma anche da una ottima parodia porno!^_^