mercoledì 7 marzo 2012

THE FURY di BRIAN DE PALMA

Avvertenza:quello che leggerete sono supposizioni del Reuccio delle Supposizioni alla cazzo di cane.
Essendo un cvitico tendente al presuntuoso schocking , mi innamoro di certe mie considerazioni e le porto avanti come se fossero verità vere.



Credo che The Fury sia stato più o meno imposto a De Palma visto il successo ottenuto con quel piccolo classico che è Carrie-non la canzone degli Europe,ma il film tratto dall'opera di debutto di King-per sfruttare un filone o per altre ragioni,ma a me pare che questo sia un film non del tutto de palmiano.Poi essendo uno dei pilastri del cinema del mistero e dello spavento,(e chissà perchè si citano sempre hooper,carpenter,craven e cazzi e mazzi ,ma mai Brian),è chiaro che le sequenze memorabili te le mette lì così,come se fosse naturale.Anche in questa pellicola non mancano e sono le botte che ci risvegliano e ci fanno dire:wow!
La storia è abbastanza semplice:Peter lavora per i servizi segreti e ha un figlio dotato di poteri paranormali.Per questo fa gola ai suoi colleghi,intenzionato a usarlo come arma contro i nemici.Infatti il ragazzo viene rapito e Peter si lancia in una disperata ricerca.Troverà un inaspettato aiuto da parte di una giovane fanciulla anche lei dotata di faccoltà paranormali.

La pellicola ha momenti di stanca clamorosi,dovuta alla sceneggiatura di John Farris-autore anche del libro e uno degli scrittori più tediosi che abbia mai letto-ma anche immagini potenti e suggestive:l'attacco iniziale in spiaggia,la fuga al rallenti della ragazza dalla scuola per ragazzi con poteri paranormali e la morte della donna di Douglas,l'omicidio da parte del figlio del protagonista della dottoressa-amante,il finale con l'esplosione del cattivo.
Qui c'è grande cinema e maestria della messainscena che salva il prodotto e ci dona immagini suggestive e memorabili.
Il cast vede un decente Kirk Douglas come protagonista,Amy Irving,Carrie Sndogress,un cameo per un sempre sopra le righe William Finnley,e l'immenso John Cassavetes :uno dei miei registi preferiti e ottimo attore
Per cui :non è del tutto riuscito,ma è un gran bel film.

3 commenti:

MonsieurVerdoux ha detto...

cavolo, per me è uno dei film migliori di de palma, ricordo che quando lo vidi mi entusiasmò! vabbè che ho un debole per kirk douglas, comunque l'ho appena comprato in dvd per cui presto ne leggerai qualcosa sul mio blog! un saluto!

babordo76 ha detto...

si,è un gran film eh?Ma sai da blogettaro devo scrivere quello che mi salta in mente e a me è venuta in mente la scenetta del produttore che fa girare questo film a de palma perchè ha fatto carrie
A livello di regia è fantastico,e de palma di mostra un grandissimo autore.
Si anche io sono un fa del mitico Kirk,anzi diciamolo da cinematografari:kirke!

Fabrizio Borgio ha detto...

Tutto quel che ne penso lo avrai già letto. Concordo sul sospetto che il film gli sia stato in parte imposto. Dopo il successone di Carrie, il genere cominciava a tirare e alcune aspetti da blockbusters sono intuibili da certe scene e certi sviluppi della trama ma Brian, diciamocelo, ha le palle! La morte della dottoressa per la gelosia di Robin non è una scena per famiglie e la fine di Cassavetes, mi ripeto, mi sa che ha folgorato anche David Cronenberg.