martedì 27 dicembre 2011

I GIORNI DEL CIELO di TERRENCE MALIK

Nel post precedente ho parlato di quel capolavoro insuperabile che è Furore,ebbene anche qui son costretto a ripetermi.
Dopo l'esordio spettacolare con "La rabbia giovane"il regista-filosofo dirige la sua seconda opera,passerà parecchio tempo prima che ritorni al lavoro con un altro grande film:La linea rossa,ambientata in prossimità all'intervento americano nella prima guerra mondiale,narra la storia di tre persone:due sorelle e un ragazzo turbolento,che esse spacciano per loro fratello
L'uomo ex operaio e le ragazze trovano lavoro come braccianti nella tenuta vastissima di un possidente terriero,uomo solitario e malato che si innamora della più grande delle sorelle
Tragedia in agguato.

Eh,insomma diciamolo: a noi occhialuti orgogliosi e fieri di esserlo,sto regista piace.Non dico che sono ai livelli folli di Van Trier o dei Dardenne,ma cazzarola se ci piace il suo cinema Naturalista,nel senso ampio del termine.Non la solita solfa pseudo ambientalista con pistolotto finale,ma un film dove la natura splendida e dolcemente indifferente è al centro della storia con i suoi ritmi,risvegli,particolari,mentre l'uomo si perde e danna nella solitudine ,nella vita sbagliata e crudele
Film davvero toccante e bellissimo,compie il miracolo di far recitare pure Richard Gere!

13 commenti:

liquida75 ha detto...

Anche io adoro Malick. La sottile linea rossa è uno dei miei film preferiti. Peccato che l'ultimo mi abbia clamorosamente delusa :-(

babordo76 ha detto...

ah si?
ne parlavano tutti bene!
Comunque la sottile linea è davvero ottimo come film,e per me anche questo

Bruno ha detto...

Ho visto, di Malick, solo questo e l'ultimo.

Questo è un grandissimo film, l'ultimo è proprio un esercizio di stile (bellissimo stile, grandi inquadrature, fotografia leggendaria) ma solo quello...

babordo76 ha detto...

di malick ho visto tre film:la rabbia giovane,questo-che reputo bellissimo- e la sottile linea rossa.
Mi han detto che il nuovo mondo sia noioso,mentre avevo letto critiche positive sul suo utlimo film.Aveva visto giusto il proiezionista di bologna che aveva proiettato il secondo tempo prima del primo tempo,sovvertendo il film e rendendolo comprensibile a tutti!

MonsieurVerdoux ha detto...

Secondo me, resta il film milgiore di mallick, più maturo del la rabbia giovane, ma anche più organico dei suoi 3 film successivi. Poi ci sono delle riprese di un respiro incredibile, e di una bellezza allucinante: la scena dell'incendio è, semplicemente, un capolavoro!

babordo76 ha detto...

si,questo film è il suo migliore per me:simbiosi perfetta tra natura e uomo,analisi del tempo precisa,grandi personaggi,e gere recita!^_^

Nondimeno noto che molti propendano per asserire che Malick sia alquanto sopravvalutato.Potrebbe essere anche vero,nondimeno,è uno dei pochi che fa flm d'autore,quindi per questo lo sostengo.Contro la tamarreide floscia tanto in voga ora,meglio un malick va!

ilgiornodeglizombi ha detto...

A me di Malick è piaciuto anche l' ultimo, con tutti i suoi difetti è una lezione di cinema coi controcazzi.
Ma concordo sul fatto che I giorni del cielo sia il suo film migliore.

Bruno ha detto...

Contro la deriva tamarreide ben vengano i Malick.
Anche se ritengo sempre che ci debba essere un equilibrio fra film d'autore e accesso al pubblico...

babordo76 ha detto...

x lucia:non ho ancora visto il suo ultimo film,ma penso che Malick sia un autore comunque sia interessante e non un pirla di passaggio.Dei suoi film che ho visto fino ora,questo con Gere è quello che ho preferito.

xbruno:si,ci deve essere un giusto equilibrio,per me questo era rappresentato dalla nostra commedia con i vari manfredi,tognazzi,sordi,dal cinema western dei leone e dei corbucci,dai polizieschi di Di Leo.Non da certa pellicole che escono o sono uscite,spesso in america e in francia,di una maestosa idiozia!

Anonimo ha detto...

Che grande opera!! Malick è davvero un autore imprescindibile secondo me. La sottile linea rossa, anche per me, è uno dei miei film preferiti in assoluto.

Ale55andra

babordo76 ha detto...

si,secondo me Malick e Von Trier sono quelli più colpiti dalla critica che vuol fare Popolare e con la gggggente.Un po'alla cazzo di cane però,perchè per quanto possano non piacere meritano un'attenzione assoluta
Non sono Herlin,pws anderson,m bay insomma!

Elio ha detto...

Mi chiedo quando mi deciderò a vederlo. Forse l'anno nuovo aiuterà, spero...

babordo76 ha detto...

a mio avviso merita assai