venerdì 16 dicembre 2011

SETTE NOTE IN NERO di LUCIO FULCI

Si,si,parlerò bene di questo film di Lucio Fulci.Il quale è stato effettivamente un ottimo artigiano del cinema di genere.Non c'è bisogno di scriverlo e ridillo ogni volta,ma è giusto scrivere la verità.
Fulci ha avuto un periodo davvero d'oro tra il 70 e i primissimi anni 80,poi una lunga serie di horror imperfetti e che piano piano hanno purtroppo influito sull'arte del buon regista romano.Problemi di budget-non ci sono cazzi per girare un buon film dell'orrore ci vogliono i danè- di salute,forse anche una mancanza di ispirazione,dopo la trilogia penso che abbia girato qualche buon film,ma anche tante opere davvero brutte e dimenticabili.Peccato,perchè nei 70 era davvero bravo.
Si ho il dente avvelenato per come mi hanno demolito il mio amatissimo Argento!^_^

Comunque ,chi se ne frega! Lucio Fulci è stato un nome importantissimo e merita il rispetto di chi ha fatto la storia del cinema popolare
Per me il suo meglio rimane il periodo dei thriller,più che nei film splatter e grezzi del versante orrorifico.
Aveva uno stile personale,una grande maestria nel girare,insomma è un re del genere.

Questo film Sette Note In Nero è uno strano soggetto:metà giallo,metà thriller e un pizzico di "paranormale",per raccontare la storia di una donna che ha la capacità attraverso le visioni di "vedere "quello che succede.All'inizio da bimba vede il suicidio della madre,poi l'omicidio di una donna.Poche tracce solo una stanza,la donna murata viva,un uomo che zoppica e così via.Invece di giocarle al lotto,lo spifera alla polizia.Anche perchè trova il cadavere ormai scheletro di una tizia che è l'amante del marito,prima che si conoscessero,l'uomo viene arrestato,ma lei farà di tutto per scagionarlo.

Vero:uso e abuso di zoom,trama improbabile,dialoghi non sempre esenti dal ridicolo,eppure codesta pellicola ha un suo fortissimo fascino.Colpisce,inquieta,suggestiona,è avvincente,pur non essendo secondo me all'altezza di Non si sevizia un paperino.
Buono il cast da Gabriele Ferzetti,a un convincente Gianni Garko,fino alla bellissima Jennifer O'Neal,vabbè per rispetto delle lettrici non perderò tempo a dire che bella fosse questa attrice!^_^
Comunque è davvero un buon film,ringraziamo Lucio!

7 commenti:

cinefatti ha detto...

E' passato tantissimo tempo dall'ultima volta che ho visto questo film e mi hai fatto venir voglia di rivederlo. Per quel poco che ricordo, sono d'accordo con te sui dialoghi, ma ricordo anche che Fulci riuscì a farmi mantenere l'attenzione sempre alta e anche la tensione non mi mancava. Spero di non ricordare male, ero piccolo:D

babordo76 ha detto...

esatto,il film si salva proprio per la regia di Fulci.Che gira bene e quindi ogni qualvolta che ti domandi:ma che cazzo?Ti arriva una sequenza ben girata e ti fa passare avanti.
Pellicola godibile insomma,ma inferiore a Non si sevizia un paperino

ilgiornodeglizombi ha detto...

Hai ragione, è inferiore a Non si sevizia un paperino, che è il capolavoro "giallo" (con molte virgolette) del buon Lucio.
Ma amo anche questo film per come inserisce l' elemento paranormale nella cornice gialla.
Inzomma, io di Fulci amo tutto :D

Frank ha detto...

Fulci, pur essendo stato imperfetto e spesso persino brutto, era un genio visionario. aveva la scintilla, per questo lo amo tanto. Questo film, come molti altri suoi, lo trovo doloroso. Un dolore che mi piace, però.

babordo76 ha detto...

x lucia:si,riesce a inserire elementi fantastici in un contesto reale senza dar troppo fastidio,segno di grande maestria.
E io non son un fulciano!

xfrank:aveva una sua macabra forza visionaria,che a me non fa sempre impazzire,ma che riconosco come patrimonio del nostro cinema

Babol ha detto...

Effettivamente è uno dei più bei Fulci.
Il mio preferito resta comunque L'aldilà, ma è trash a tratti. Invece Sette note in nero è proprio ben fatto, ben girato ed inquietante.

babordo76 ha detto...

si,un buon film che mescola benissimo paranormale e realtà,pur avendo dei dialoghi non sempre centrati e un uso e abuso dello zoom che un po' infastidisce.Tuttavia è un gran bel film