martedì 10 gennaio 2012

ATTO D'AMORE : H.G.CLOUZOT

Quando si parla di cinema poliziesco e del mistero solitamente è prassi comune citare i grandi maestri come Hitchcock o rimanendo in Francia :Melville,ad esempio.Nomi prestigiosi e fondamentali che meritano il plauso e l'approvazione generale di ogni spettatore-esiste qualcuno che non sappia apprezzare il lavoro del regista britannico o del maestro francese?-tuttavia a me preme far conoscere o riscoprire un nome ,a mio avviso, importante ma non troppo citato o conosciuto ,parlo di :Henri-Georges Clouzot
Chi è costui?Nato a Niort il 20 novembre ed è morto a Parigi 12 gennaio 1977,si specializza in polizieschi sottilmente crudeli.Bazzica anche il mondo della musica ,come chansonnier-toh come il nostro giovine premier!-tanto che a questo mondo dedicherà anche un suo film Legittima Difesa,ne parleremo dopo,debutta nel 1942 con il film "L'assassino abita al 21",l'anno dopo gira un capolavoro assoluto come Il Corvo,film cupo che rappresenta una provincia sotto occupazione nazista assai soffocante e nerissima.Pellicola che gli portò numerosi problemi dopo la liberazione,tanto che finì epurato.Quanto pare questo ritratto non piaceva per nulla ai liberali e democratici francesi. Solo nel 1947,prorprio grazie a Legittima difesa sarà riabilitato a clamor di pubblico e critica.Giustamente,perchè Clouzot ha uno stile riconoscibile e una sua urgenza di fare film popolari,ma costruiti benissimo .Attenzione alla trama,alla recitazione,al montaggio e fotografia.Veri e propri film fatti per chi ama il cinema e non lo usa come riempi buchi.Temo che la sua poetica anche ai giorni nostri possa non essere compresa o piacere poco,ma l'inquietudine,l'angoscia,una certa sporca realtà seppure filtrata dall'estetica cinematografica sono ancor oggi punti di massimo interesse per gli spettatori coscienziosi e attenti.
Clouzot ha diretto almeno tre pellicole entrate nella leggenda e che andrebbero assolutamente viste e riviste:I Diabolici,Vite vendute,Il corvo

I DIABOLICI è un film che reputo assai macabro e angosciante. Ritratto sarcastico del microcosmo dabbenista della provincia e dei collegi ,e anche giallo ad alta tensione che il regista domina con straordinario intuito per la suspance e la paura.
Una donna è co direttrice di un austero collegio insieme al marito.L'uomo è crudele e dispotico,con lei ,i colleghi e i ragazzi a loro affidati. Lei vorrebbe ribellarsi,ma ha un carattere debole e un fisico provato dalla malattia,così cerca di sopportare il consorte. Tuttavia un piccolo aiuto lo riceve da un'insegnante.Giovane donna spregiudicata,sicura di sè,aggressiva e forte.Le due stringono un fortissimo rapporto di amicizia,(anche se ci fanno intendere che potrebbe trattarsi di qualcosa di più complesso),decidono di eliminare l'uomo.Con una scusa il sadico direttore finisce in un alberghetto della provincia,dove dopo essere stato narcotizzato viene fatto affogare in una vasca da bagno.
Trasportato il cadavere in colleggio viene affondato in piscina.Tuttavia strani segnali mettono in agitazione la moglie del direttore,a stento la sua amica la controlla.La situazione peggiora con la scoperta che il cadavere sia scomparso.

Un vero trattato su come si gira un film giallo,trhiller,con grande vigore e attenzione .La capacità di terrorizzare e mettere tensione solo con una piscina ricoperta di fogliame,e sotto che ci sarà?Uno splendido bianco e nero e due straordinarie attrici:Simone Signoret e Vera Clouzot,e sopratutto un finale macabro e aperto da antologia.

Purtroppo rovinato da un remake ammmmeregggano che sciupa tutto con soluzioni che tecnicamente potremmo definire: ma va a morì ammazzato!

Vite vendute è un altro ottimo film e ne parlerò in altri contesti,ricordo che ha avuto un remake per me non da buttare fatto dal genio William Friedkin:il salario della paura ,del 1977.

Prima avevamo citato il film della sua riabilitazione di fronte alla Francia democratica.Si chiama LEGITTIMA DIFESA ed è un ottimo noir.
Il film è ambientato nel mondo della canzonetta e dell'avanspettacolo,che il regista conosceva abbastanza bene,essendo stato un chansonnier tra le altre cose.Maurice è un compositore e pianista assai geloso della bella moglie Ginette.Lei figlia di povera gente cerca in tutti modi di fare tantissimi soldi e diventare una stella dello spettacolo,per questo non perde occasione di farsi notare dagli uomini potenti.Nonostante la sua cara amica Dora le dica di stare lontana da un laido e porco capitalista ,uomo di banca e potere ,ma sopratutto viscido puttaniere che sfrutta ragazzine in cerca di gloria,la donna accetta di uscire con questo individuo.
Maurice però scopre la tresca e minaccia il fetente riccastro.Resosi conto che sua moglie però ha di nuovo un appuntamento con il potente uomo di affari,si crea degli alibi utili da usare con la polizia per uccidere il suo rivale.
Giunto sul posto lo trova già morto,scappa terrorizzato.Non è il solo perchè anche Ginette si reputa responsabile del delitto,confessa a Dora che cerca di proteggere i due amici. Interviene però un disincantato,duro,malinconico e arguto ispettore di polizia,come finirà?

Godibilissimo noir del 47,una trama ben costruita e ottimi attori,tra cui Bernard Blier poi notissimo da noi per la serie Amici Miei,un gioiello di tensione girato benissimo dal maestro francese.Si partecipa attivamente alle traversie del povero Maurice, si cercano indizi,ha anche una certa vena politica polemica anti borghese e capitalista.Un film semplicemente grandioso
Personaggi scritti benissimo non i soliti stereotipi,ma ritratti magistrali e memorabili come lo sbirro ad esempio

Quindi:guardate i suoi film e riscopritelo,vale la pena assolutamente.

Questo è il primo capitolo di una rubrica dedicata a quelli che sono i miei maestri.Veri atti d'amore nei confronti del cinema e dei suoi protagonisti.Il prossimo?Dovessi aver il coraggio,bè..è un danese,anzi è Il Danese del cinema mondiale.Capito no?

7 commenti:

hetschaap ha detto...

Credo di non aver mai visto nulla di Clouzot. Mi sa che comincerò proprio da I Diabolici di cui ho sentito parlare bene da più parti. Si finirà mai di vedere tutti i film interessanti che meritano la visione? Credo proprio di no :-(

babordo76 ha detto...

eh no,non ci riusciremo mai.Però cerchiamo di avvicinarci!^_^
Clouzot merita assai

ilgiornodeglizombi ha detto...

Vite vendute è capolavoro :D
Apprezzo moltissimo anche I Diabolici, ma Vite Vendute mi inchioda alla sedia ogni volta.

babordo76 ha detto...

grande clouzot,aveva questo modo di far cinema apparentemente normale e pacato,eppure quanta tensione.
Vite vendute devo rivederlo,perchè avevo una copia tragicamente danneggiata.
Ma il Corvo,Legittima difesa,i diabolici , sono dei grandi film

MonsieurVerdoux ha detto...

Tra l'altro i diabolici è un film che rivaleggia con psycho per il ruolo di film più sconvolgente di quegli anni. Motivo in pù per recuperarlo da parte mia!

babordo76 ha detto...

secondo me è meglio di Psycho,a me colpisce di più:lo trovo più angoscioso e angosciante

Anonimo ha detto...

Men, following time you buy the capsule, check with your
partners when they require one. This could double up the sale in the anti-impotence medication Cialis.
A new locating signifies which the erectile dysfunction capsule that has pepped
up the sexual everyday living of adult males is proving to be effective in the event
of girls suffering from a sexual disinterest.
The study underlines which the drugs functions for
women around it does in the event of gentlemen otherwise more.


Look into my website - view publisher site