venerdì 10 maggio 2013

LE CINQUE CHIAVI DEL TERRORE di FREDDIE FRANCIS

Un classico del cinema horror britannico, tipico esempio delle produzioni AMICUS casa di produzione antagonista della blasonata Hammer, simboli del periodo d'oro dei film horror inglesi
Amo l'idea di proporre film del terrore ad episodi chiaramente ispirati ai celeberrimi fumetti di Zio Tibia,vista anche la provenienza americana dei produttori Max Rosenberg e dallo sceneggiatore Milton Subotsky. Erano spesso pellicole a basso costo,basate principalmente sul sistema degli episodi.

Le Chiavi Del Terrore,è un loro classico e tra i film meglio riusciti. Merito della sceneggiatura di Subotsky che rielabora in maniera originale la materia a disposizione,mentre vacilla leggermente sulle tematiche più tradizionali. La regia solida ed efficace , come sempre , del grande Freddie Francis rinomato e ottimo direttore della fotografia e autore di prima punta del cinema del mistero e perturbante albionico. Direi forse il mio preferito anche meglio di un Fisher.





In un vagone del treno si incontrano cinque individui,ai quali si aggiunge un misterioso uomo che si fa chiamare Dr Schock, (in originale Scherck...e vabbuò); il quale afferma di essere un esperto di arti esoteriche e di studiare il paranormale. A parte Francis Martin un sprezzante critico d'arte, tutti gli altri rimangono affascinati dalla strana professione del tizio e così accettano di partecipare a un gioco. Si faranno leggere il futuro dal Dr Schock attraverso la cartomanzia, insomma sti cazzo di tarocchi eh.




Dal principio la cosa verrà presa alla leggera,come un modo pittoresco per far passare il tempo in attesa di arrivare alla propria agognata destinazione. Cinque uomini normalissimi, nè antipatici nè simpatici,che si prestano a una allegra buffonata,ma poi....


Questo è l'escamotage per mettere in scena gli episodi che erano appunto il marchio di fabbrica della celebre casa di produzione

Nel primo :Un uomo torna alla vecchia villa di famiglia,appartenente ai suoi avi e soccomberà sotto la maledizione di un Licantropo.
Forse l'episodio più debole,visto che ripropone senza troppi guizzi tutto l'ambaradan tipico del genere gotico e risente anche nella parte degli effetti speciali.Tuttavia è guardabile,come reperto storico


Il secondo: è un notevole passo in avanti. Una famiglia di ritorno delle vacanze scopre una strana pianta nel proprio giardino,ma non vi presta molta attenzione. L'indomani mattina il padre di famiglia tenta di tagliarla,ma essa si difende strappandogli le forbici dalle mani.
Così l'uomo chiederà l'aiuto di alcuni suoi colleghi scienziati.....

Questo episodio oltre ad avere un'idea più originale rispetto al precedente , evitando di ripetere la solita storia del castello,la maledizione,licantropi,  ha anche momenti davvero godibilissimi di ficcante tensione . La morte dello studioso ospite nella casa,l'assalto finale della piante che par ingoiare l'intera casa e il beffardo finale con il giornale dato alle fiamme ,arma di salvezza, che viene tranquillamente spento dalla maledetta pianta.





Il terzo episodio: un musicista jazz ruba la musica sacra utilizzata durante le cerimonie vodoo per farne un grande brano di enorme successo commerciale. Pagherà con la vita questa sua idea sconsiderata.

Atmosfere calde e ipnotiche delle indie occidentali che si sciolgono dentro la malinconica uggiosità londinese scatenando la vendetta di un dio vodoo derubato da un musicista ambizioso e senza scrupoli, a parte l'ottima musica  notiamo una grande cura nella fotografia , dai colori caldi ed avvolgenti lontanissima dalla smarmigliare tanto caro a Duccio e al suo apri tutto,e per una crescita esponenziale del terrore,giocata tutta sulla suggestione e percezione. Il vento come unico mezzo di paura e ci riesce bene




Il quarto episodio:: vede in scena il grandissimo Christopher Lee, nei panni di un crudele critico d'arte che causa la rovina di un pittore,ma verrà tormentato dalla mano vendicatrice dell'artista.
Chi non ha mai sognato di eliminare i critici che senza pietà stroncano i nostri lavori?Questo è un vecchio e immortale conflitto,io spesso- e lo dico sinceramente- sto dalla parte dei critici però questo Martin è davvero insopportabile e si gode nel vedere la mano attaccarlo e tormentarlo.
Questo per me è il capolavoro a futura memoria del film . Teso,avvincente,ancora oggi non sente l'effetto del tempo.



il quinto episodio : un dottore americano sposa una giovane francese,la quale in realtà è una vampira. Verrà aiutato da un suo collega inglese, ma....


Episodio interessante per l'interpretazione di un giovane Sutherland,sempre molto bravo e credibile,si riallaccia alle coordinate più rassicuranti della tradizione,ma ha un bel finale crudele e beffardo e tutto sommato è funzionale come conclusione degli episodi


Il finale vedrà i nostri giungere alla stazione e a incontrarli ci sarà....





Un film che al di là di qualche pecca dovuto al tempo che è passato,dimostra ancora oggi una sua incredibile forza e capacità di coinvolgimento dello spettatore che si lascerà travolgere e conquistare dalla straordinaria bravura e classe di due leggende come Lee e Cushing.

L'amicus ha prodotto anche due film sulla figura del dr who interpretati da Cushing,bellissimi ^_^

8 commenti:

Napoleone Wilson ha detto...

Ne ho il vecchio dvd ita- della CVC/Pulp Video, sicuramente uno dei migliori "omnibus" della Amicus, che si dedicò ai film di questo tipo ad episodi ancora più indefessamente della Hammer e della Tigon.
Agnew ti ha mandato un msg. Nixon, non so se l'hai visto, rispondimi in privato, ciao....

Napoleone Wilson ha detto...

L'episodio della pianta mi ha sempre ricordato e molto, quello con la pianta aliena racchiusa nel meteorite che infesta il villico inbred Stephen King, nell'episodio tagliato al cinema di "Creepshow" di Romero, te lo ricordi...?

babordo76 ha detto...

infatti ho pensato anche io al buon stefano re e a quel simpatico episodio

Ho letto la mail e ti ho risposto,'tacci yahoo e i suoi mezzi
Va bene e ne parliamo però a settembre,scriverò comunque un post dove spiegherò questa strada del blog.

Buon week end

Napoleone Wilson ha detto...

Eh sorry, non l'ho ricevuta.

babordo76 ha detto...

comunque ,va bene. A settembre comincia il tutto,perchè con l'inizio della nuova stagione cinematografica daremo un piccolo cambiamento al blog.Ok?

ciao

LaRic ha detto...

L'episodio della mano visitò i miei sogni per un po' ... davvero terrificante.

babordo76 ha detto...

eh,si davvero terrificante,ma anche le piante non scherzano

W L'AMICUS

cazzochevento ha detto...

Gli zigomi di Cushing. Solo amore.