martedì 15 ottobre 2019

CRAZY EX GIRLFRIEND- 4 STAGIONI.

Spesso ci lamentiamo che nei social media si parli troppo di un certo avvenimento politico, di un libro, di un film. Centinaia di parole che potevamo gestire per parlar o scrivere su qualcosa che per noi vale la pena, vengono sacrificate sull'altare di una delle polemiche più stupide di tutta la stupida storia del genere umano.
Credi che non si parli dello Yemen, scrivi su di esso. C'è un film che per te merita più attenzione rispetto a Joker? Fai la tua recensione.
Ora, per esempio, questo post che sto scrivendo interesserà solo me. Ogni volta che pubblico un post su questa magnifica serie tv, praticamente nessuno commenta o mette un like. A parte, credo, mio padre. Ma lui soffre di likeismo compulsivo, per cui...
Mi piace talmente tanto questa serie da scriverne due parole qui, come sempre mischiando privato e oggetto della recensione,  in un mio articolo disponibile sulla rivista online Il Becco ( per venerdì prossimo in cui analizzo Crazy Ex-Girlfriend con alcune serie tv che danno spazio alle relazioni interpersonali e un punto di vista carico di tenerezza nei confronti dei personaggi) finendo con l'idea di creare un blog dedicato proprio alle avventure di Rebecca Bunch. Una misto tra un saggio e il classico diario pubblico, commentando puntata per puntata e filtrandolo con la mia vita, libri, film, non so che forma prenderà, ma ci lavorerà sicuramente.
Tutte queste cose, so già da ora, non interesseranno quasi nessuno. Ma per me è una gioia profonda parlarne e mi piace molto sia leggermi che ascoltarmi, per cui credo che il mio ego non avrà da lamentarsi ( come fa spesso e volentieri)
La serie parla delle rocambolesche e comiche avventure di Rebecca Bunch, una giovane e promettente avvocatessa di  New York, la quale non ha dimenticato Josh Chan, un suo amore adolescenziale. Un giorno, per caso, incontra l'oggetto del suo desiderio in una strada della Grande Mela, il giovane uomo l'informa che lascia la città per tornare nella sua città natale: West Covina, California.
Rebecca vede in questo incontro il segno inequivocabile che il destino vuole che torni insieme a Josh, sopratutto che potrà esser felice solo se lo avrà tutto per sé. Da qui l'idea di lasciare un prestigiosissimo studio legale newyorkese, dove sarebbe divenuta ben presto socia, per lavorare in uno più piccolo e scalcinato, ma che si trova a West Covina,
Questo è l'inizio del primo episodio e per tutta la prima stagione assisteremo ai tentativi goffi e disastrosi di Rebecca di riprendersi il suo amato, che nel frattempo si è sistemato con Valencia, un' insegnante di Yoga, dal carattere non proprio facile e simpatico.
In questa prima stagione facciamo conoscenza con i personaggi fissi che troveremo per tutta la durata di questa serie. Personaggi molto ben scritti( dalla stessa protagonista della serie, Rachel Bloom e da Aline Brosh Mckenna famosa per lo script de Il Diavolo Veste Prada) ognuno con problemi quotidiani legati all'amore, alla considerazione di se stessi, tra questi spiccano: Paula, la collega di lavoro di Rebecca che tenterà di aiutarla a conquistare Josh, Darryl, il capo dello studio legale dove la protagonista va a lavorare, un uomo dolcissimo, bisessuale, fin troppo aperto nel mostrare i sentimenti, Greg,  barista dell'unico bar del paese. Un giovane uomo sarcastico,  con problemi legati all'alcol, pochissima autostima, vivrà un'intensa avventura con Rebecca.
La serie sembra quindi una classica commedia romantica americana con la particolarità che in ogni puntata Rebecca e i suoi amici cantano una canzone significativa per quell'episodio. Quindi una commedia sentimentale mescolata con il musical. Tuttavia stagione dopo stagione gli argomenti diventano sempre più profondi e ci si distacca dalle regole di entrambi i generi.
L'ex fidanzata pazza, è pazza davvero. Rebecca ha problemi di disturbo della personalità che vengono approfonditi nella terza stagione, allontanandosi dalle due precedenti in modo netto. Se prima al centro di ogni episodio c'erano i tentativi più o meno riusciti di miss Bunch di conquistare Josh, nella terza la personalità da stalker patentata e persona con problemi anche seri diventano il vero nocciolo della questione.
Mentre con la quarta si darà spazio alla rinascita di tutti i personaggi. Ognuno di loro, pur con i propri limiti troverà l'amore e la soddisfazione della propria vita, anche la protagonista ma in un modo del tutto innovativo e inaspettato rispetto alle regole che la commedia romantica impone.
 Poter descrivere un prodotto così  stratificato nello spazio di un singolo post per me è pressoché impossibile, anche perché vivo troppe emozioni ogni volta che voglio razionalizzare il mio amore per la serie, i suoi personaggi ( Rebecca, Greg, Darryl in particolare) senza far la parte del fan o peggio ancora del fan in deliro da cosplay.
Mi rendo conto che tante energie dovrei spenderle per prodotti migliori e più seri, magari anche belli tragici, pessimisti, senza speranza. Perché questo è il mondo e il cinema, o la TV, deve raccontarci la realtà senza farci perdere in illusioni, romanticherie e buonismi.
Tuttavia ho una forte sensibilità verso i personaggi segnati dalla vita, in difficoltà,  per quelli sconfitti e perdenti, che però si sforzano sempre di migliorare, consapevoli dei loro limiti e portati a superarli. Con fatica,  ricadute totali, ma pronti a continuare.
Rebecca è una persona malata, una stalker, una donna che vive in un mondo tutto suo di fantasie amorose a cui da sfogo immaginandosi protagonista di un Musical. Un personaggio memorabile e a cui è difficile non affezionarsi, ma questo lo dico perché sotto alcuni punti di vista la comprendo assai bene e in certi altri mi rivedo.
Esatto, amo questa serie perché mi rivedo un po' in Rebecca- perdersi nei pensieri in un mondo tutto nostro e l'amore per il Musical- e un po' in Greg- innamorarsi di una donna sbagliata, prima che incontrassi la mia amatissima moglie, era un obbligo morale per me, altro elemento che abbiamo in comune la svogliatezza e il sarcasmo.
Aggiungo anche che per capirmi e spiegare al mondo chi sono, ho dovuto sempre far riferimento al cinema o ad altri mezzi artistici di comunicazione.
Da bambino mi rivedevo in Charlie Brown e Lucy, poi da adolescente in Michele Apicella e Don Giulio, protagonisti rispettivamente di Bianca e La messa è finita di Nanni Moretti.
Forse perché anche io ho sempre fatto fatica ad amarmi, accettarmi, avere una buona considerazione di me, e cercavo nell'approvazione degli altri l'amore che sentivo mancarmi, ecco, forse per questo ammiro moltissimo Rebecca Bunch.
Entrambi crediamo nel potere del sogno, dell'arte musicale, abbiamo momenti non richiesti di inarrestabile felicità e a botta fredda ci auto commiseriamo.
Questo mio attaccamento al personaggio principale, e a molti altri, è alla base della mia passione per Crazy Ex- Girlfriend, mi rendo conto che finora a quasi tutti quelli a cui ne ho parlato (in toni entusiastici e psicotici degni di nota) è piaciuta a una piccola parte di essi.
Tuttavia se volete vedere una serie che cresce di stagione in stagione, che ha il coraggio anche di scelte spiazzanti pur restando nel genere comedy e che sopratutto è scritta per ridere con i personaggi e non di essi, quindi anche con una buona dose di empatia e compassione, insisto nel consigliarla.
Su Youtube ci sono tutte le canzoni dell'intera serie, vi consiglio di ascoltarle, perché tanto destabilizza il genere romantico, ma con rispetto per le regole, tanto si prende gioco del Musical, sempre senza una reale cattiveria nei confronti del più bel genere di sempre, attraverso meravigliosi numeri musicali e testi sboccati e divertentissimi.

5 commenti:

Alessandra ha detto...

Sto avendo un cambiamento "epocale" a livello lavorativo e privato, cosa che mi sta portando ad avere di nuovo un po' più di tempo a disposizione per dedicarmi freneticamente come una volta alla visione di serie tv, alla scrittura di pezzi sul mio vecchissimo blog abbandonato per anni, alla lettura dei miei blog preferiti e via dicendo. Quindi sono anche alla ricerca di forti "spinte" verso una serie piuttosto che un'altra, perché la roba da vedere ormai è diventata moltissima.
Tutto questo per dire che, apprezzando tra l'altro i contenuti privati di questo post, un commento l'hai avuto e sei anche riuscito a convincermi a cominciarla :)

babordo76 ha detto...

Penso che ora camminerà per le strade di Firenze facnedo il ganassa come Tony Manero ^_^ Scherzi a parte, spero ti piaccia come è piaciuta a me.
Per quanto riguarda i cambiamenti epocali, qualche anno fa ne ho vissuto uno che a me è servito molto. Per questo ti auguro che possa esserti d'aiuto.

Unknown ha detto...

In Italia sulla rete pubblica hanno fatto rivedere solo la prima stagione, per continuare a vedere la serie, come si deve fare, per chi non ha Netflix?

babordo76 ha detto...

Mi sa che devi rivolgerti proprio a Netflix o scaricarla in qualche modo. Su che rete la trasmettevano?

TESTIMONIO PACTO CON EL DIABLO ha detto...

Buongiorno.
Sono qui per ringraziare il Tempio Spirituale che mi ha riportato mia moglie attraverso rituali convincenti in meno di una settimana.
All'inizio non credevo, ma oggi il mio uomo è tornato e mi ha proposto.
Mille volte grazie al tempio.
Lo testimoniero 'ovunque mi trovero'.
Qui è da o contattare il tempio per avere soddisfazione: espiritualtemplo@gmail.com