mercoledì 2 novembre 2011

SPECIALE IL "TENERONE":Io e Marley di david franklin

Che ci volete fare?Lo so,lo so:sangue e merda,perchè noi gggiovani 35nni siamo pulp,molto pulp,pure troppo. E allora dajie con li morti viventi,con er sangue e damose al massacro con la motosega. Dobbiamo essere cattivissimi,ma poi via di corsa a magnà che ci sta l'happy hour.
Ci hanno distrutto il piacere di un po' di bontà e dolcezza così alla bbona senza star troppo a pensarci su.Tutto questo per dirvi che a me talora prende un attacco di "teneronismo" e mi trasformo in quel grande coniglio rosa che faceva ridere nel drive in di secoli fa.
Lo so,è un film idiota e brutto esattamente come Haciko.Materia per tutti i cattivoni che possono mostrare le loro pillole di cinismo e maledettismo spicciolo.Infatti non parlerò del film,non dirò che è bello o brutto,dico solo che mi ha commosso il finale.Perchè io fino ai 29 anni avevo paura dei cani.Li disprezzavo e temevo.Poi è arrivato Achille ,il mio cagnolino e tutto è cambiato.Non c'è altro da aggiungere,capiranno quelli che hanno un cane.Si,è solo un cane.Una delle tante banalità che si possono dire per far presa sulla gente,per far vedere che siamo scorretti.Ah,malatta infanitile questa voglia di trasgressione,scorrettezza e altro.Vabbè,a me i film con i cani,seppure bruttissimi,non riesco a recensirli.Li vivo come se parlassero di me e del mio cane.Un amico che avrai sempre al tuo fianco,senza giudicarti,ma amandoti e basta.
Lo spazio tenerone è finito,torneremo con qualche filmaccio sanguinario e cazzuto ok?

2 commenti:

cinefatti ha detto...

Quest'articolo mi ha fatto stare bene. Mi fa capire che non solo nell'apprezzare questi film, anche se solo il finale:D. A me sono piaciuti sia Hachiko che questo qui e i finali mi hanno commosso entrambi. Anzi, ad esser sincero, pensavo che il regista di Hachiko calcasse di più col miele, invece devo dire che si è anche abbastanza trattenuto. Grazie di farmi compagnia nella difesa di questo tipo di pellicole:D

babordo76 ha detto...

aspetta quando parlerò di LA TELA DI CARLOTTA e BABE,maialino coraggioso.
D'altronde io non credo che una persona sia sempre solo buona e cattiva e per questo non credo nella distinzione tra un cinema "cattivo" che è sempre bello e uno "buonista" che fa sempre schifo.
Poi i cani mi commuovono a prescindere!